AUMENTA LA COLLABORAZIONE TRA LA SCUOLA PESCARINI E LE AZIENDE DEL TERRITORIO FAENTINO

Martedì 26 Febbraio 2013 16:25 Home Notizie ed eventi AUMENTA LA COLLABORAZIONE TRA LA SCUOLA PESCARINI E LE AZIENDE DEL TERRITORIO FAENTINO

foto articolo faenza

 La Scuola Angelo Pescarini, che opera su tutto il territorio della Provincia di Ravenna e zone limitrofe, oltre i profili professionali del welfare, la gestione della Scuola di Musica di Faenza e Cervia, sviluppa da anni corsi biennali di qualificazione destinati a ragazzi in obbligo formativo facilitandone l'inserimento lavorativo.

 

 

 

Nella sede di Faenza, in Via San Giovanni Battista, si tengono i corsi biennali (della durata di 1000 ore annue) di formazione per meccanici auto, elettricisti e termoidraulici, coniugando una formazione pratica svolta in aule-laboratori con due esperienze di stage in aziende di settore.

In questi giorni la Scuola Pescarini e il gruppo Nitrocolor di Faenza hanno collaborato per la realizzazione di un percorso di lezioni frontali in azienda rivolte al corso degli autoriparatori.

Presso la Carrozzeria "Il Passatore", che fa parte del gruppo sopracitato ogni sabato, a partire dal mese di novembre, si sono tenute lezioni in situazione lavorativa reale inerente alla raddrizzatura della lamiera, stuccatura, verniciatura, lucidatura, sistemazione dei cristalli e molte altre operazioni tipiche del corredo professionale di un autoriparatore.

L'esperienza è risultata estremamente coinvolgente e motivante per gli allievi, facendo riscontrare ottimi risultati sul piano dell'apprendimento.

"È stata un'esperienza interessante sotto diversi aspetti" ha affermato Paolo Schiumarini, socio e figlio di uno dei tre fondatori dell'azienda e prosegue "I ragazzi hanno la possibilità di dimostrare le loro capacità toccando subito con mano le concrete situazioni ed esigenze del lavoro orientate alla concreta realizzazione di un manufatto, che risulta essere un ulteriore rafforzativo dell'esperienza di stage".

Con questa iniziativa si cerca di insegnare ai ragazzi la praticità; farli ragionare e capire come si affronta il proprio ruolo lavorativo; come ci si comporta sul lavoro e negli ambienti di lavoro (in primis la sicurezza); come infine le informazioni apprese sui banchi di scuola siano utili per una corretta e professionale manualità in azienda.

"Questo metodo di apprendimento di buona teoria coniugata alla prassi concreta" sottolinea Primo Galeati, coordinatore del corso, "È qualcosa che affonda le sue migliori radici nella lunga e grande scuola della bottega artigianale italiana, base della forza e del pregio del made in Italy, che la Scuola Pescarini è intenzionata a ripetere anche con altre realtà produttive".Al giorno d'oggi è molto importante che i ragazzi che partecipano ai corsi di formazione abbiano nozioni un po' su tutto, cioè sappiano mettere le mani su varie fasi del lavoro" afferma Oscar Costa, socio da molti anni della medesima azienda, che continua "Il meccanico auto deve sapere un po' di carrozzeria, come l'elettricista deve saperne di idraulica e viceversa, poiché queste attività si intersecano spesso nella realizzazione di un processo lavorativo".